You are currently viewing Vuoi superare brillantemente gli Esami di Giurisprudenza? L’organizzazione dello Studio è Fondamentale!

Vuoi superare brillantemente gli Esami di Giurisprudenza? L’organizzazione dello Studio è Fondamentale!

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”

Lucio Attilio Seneca

Questa famosa citazione riassume la preoccupazione di molte persone che, NON avendo una precisa strategia, NON riescono a raggiungere gli obiettivi che si sono fissati, ciò vale anche per gli studenti universitari.

Infatti, il problema dell’organizzazione, o meglio del “METODO” organizzativo, affligge molti studenti che spesso si trovano a dovere affrontare delle vere e proprie maratone di studio, sacrificando una parte importante del proprio tempo libero, amicizie, affetti e interessi.

Spesso la mancanza di organizzazione dello studio è causa di rallentamento della propria carriera di studente (molti studenti si vedono destinati ad andare fuori corso) e soprattutto della difficoltà di conciliare lo studio con l’attività lavorativa e di vedere sfumare la possibilità di fare carriera.

Anche il rapporto con i propri familiari ed amici spesso ne risulta compromesso. In molti casi, poi, compare ansia, senso di inadeguatezza, frustrazione e nella peggiore delle ipotesi abbandono dello studio universitario.

La domanda che può sorgere spontanea ora è:

Esiste allora un metodo organizzativo per lo studio universitario che mi consenta di studiare efficacemente, di superare brillantemente gli esami SENZA sacrificare troppo il mio tempo libero e trasformarmi in un topo da biblioteca?

Certo tutto questo è possibile!

Quindi ora ti chiederai: cosa dovrei fare?

L’organizzazione dello studio inizia dalla fase di pianificazione. Eh sì perché occorre avere un METODO e un PROGRAMMA, in quanto a volte ci sono eventi non previsti che possono inficiare il nostro percorso universitario. Un METODO e un PROGRAMMA sono ESSENZIALI se NON VOGLIAMO RALLENTARE LA NOSTRA CARRIERA UNIVERSITARIA E SE NON VOGLIAMO CHIUDERCI IN CASA E DIVENTARE SCHIAVI DEI LIBRI!!!

Come Pianificare lo Studio?

Occorre mettersi ad impostare la propria sessione d’Esame!!!

Davvero? Bella scoperta….. NON è una scoperta ma è la realtà ed è meno complicato di quanto possa sembrare.

Potrai replicare dicendo che il tuo studio universitario procede a gonfie vele, io non ne dubito MA a volte ci sono aspetti che NON preventiviamo, pertanto sfuggono alla nostra programmazione e possono essere responsabili di inutili perdite di tempo o scostamenti dal programma.

Un Esempio?

Un’influenza mi può rallentare lo studio, un cambiamento d’orario del turno di lavoro (se sei uno studente lavoratore questo può avere la sua importanza), un cambio del giorno oppure dell’orario delle lezioni (ovvero di un esame), o anche una bocciatura ad un esame. Pensi che tutto ciò potrebbe accaderti? Rifletti.

Impostare la propria sessione d’esame significa capire quali esami vuoi sostenere nella sessione.

Quindi?

In questa fase dovrai valutare la COMPLESSITÀ o DIFFICOLTÀ dell’esame valutando attentamente il numero di CFU per ogni esame che desideri sostenere e il materiale su cui dovrai studiare (libri, slide, appunti e altro materiali o fonti). È una fase molto delicata che richiede una tua attenta valutazione.

UN CONSIGLIO CHE TI DIAMO E’ QUELLO DI EVITARE GLI ECCESSI PERCHÉ PIÙ ESAMI TROPPO COMPLESSI POSSONO PENALIZZARTI E RALLENTARE IL TUO PERCORSO DI STUDI,
LO STESSO DICASI PER PIÙ ESAMI TROPPO FACILI (es. 3 CFU).

Ora, una volta che hai deciso quali e quanti esami vuoi sostenere nella sessione, passiamo alle fasi successive.

1) ORGANIZZAZIONE DEL MATERIALE DI STUDIO;

2) PIANIFICAZIONE DELLO STUDIO: PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE E GIORNALIERA;

3) CONOSCI IL PROFESSORE ( cit. AVV. DELLE CURTI RAFFAELE).

E se qualcosa va storto?

DEVI AVERE PREDISPOSTO SEMPRE UN PIANO B E A VOLTE UN PIANO C

NON VOGLIAMO TERRORIZZARTI, RICORDA LA FAMOSA CITAZIONE:

“UN GIORNO LA PAURA BUSSO’ ALLA PORTA. IL CORAGGIO ANDO’ AD APRIRE E NON TROVO’ NESSUNO”

M.L.KING

ORGANIZZAZIONE DEL MATERIALE DI STUDIO

In questa fase devi avere già individuato i libri, le slides, le sbobinature, gli appunti, le tabelle ecc.., cioè tutto il materiale su cui studiare. Hai tutto il necessario? Sì? Bene! No? Allora devi procurartelo! In questa fase devi raccogliere tutte quelle informazioni che ti consentono di elaborare una mappa degli argomenti da studiare. Il programma dell’esame.

PIANIFICAZIONE DELLO STUDIO: PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE E GIORNALIERA

Dopo avere predisposto tutto il materiale da studiare per ogni materia, devi stabilire quanto tempo desideri dedicare allo studio di ogni materia alla settimana e lo ripartisci per le giornate che hai deciso di dedicare allo studio, in base al tempo che hai a disposizione. Ora questo calcolo è semplice se hai scelto di dedicarti ad una sola materia, se invece devi preparare più di un esame, puoi ripartire lo studio come nel seguente esempio:

* Studi le materie negli stessi giorni però ad orari differenti;

* Studi alcuni giorni una materia e alcuni l’altra.

Ora è importante che tu sappia che le sessioni di studio non devono essere troppo lunghe, in quanto rischieresti di stancarti eccessivamente con conseguente riduzione della concentrazione; assicurati pertanto delle pause (non eccessivamente lunghe) per recuperare le tue energie. Assicurati, inoltre, un numero sufficiente di ore di sonno notturno ( 7 oppure 8 ore di sonno), che ti consenta il giusto recupero psicofisico.

Anche la tua alimentazione deve essere curata (questo sempre), come sostengono i dietologi, infatti, un’alimentazione bilanciata ti fornisce tutti i nutrienti di cui hai bisogno senza sovraccaricare lo stomaco e renderti stanco e spossato a causa della lenta digestione con la conseguente difficoltà a concentrarti.

Pertanto, evita il cibo spazzatura, gradevole forse di aspetto, ma troppo ricco di calorie e povero di principi nutritivi. Sarebbe anche opportuno un minimo di attività fisica (anche 30 minuti di passeggiata), che ti permette di scaricare la tensione e trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta.

CONOSCI IL PROFESSORE ( cit. AVV. DELLE CURTI RAFFAELE)

Anche questo aspetto rientra nell’ organizzazione dello studio; è un valido consiglio suggerito pure dall’Avv. Delle Curti, consiglio che ha seguito con successo da studente universitario e che suggerisce ora, in qualità formatore, agli studenti che seguono i suoi corsi di formazione.

Cosa significa conosci il Prof.Risponderai che lo vedi sempre a lezione e lo saluti quando lo incontri…. Forse ti chiederai se dovrai andarci a cena.

No, non significa questo!!!

È fondamentale conoscere quali sono le domande ricorrenti che il Prof. rivolge durante gli esami, magari qualche citazione che gli è cara e un argomento che predilige della disciplina che insegna. E’ importante conoscere il curriculum vitae del Prof. non solo per informarti a proposito del suo percorso formativo e professionale, ma per sapere quali sono le pubblicazioni di cui è autore (anche con altri docenti); tali informazioni possono orientati in merito all’approfondimento della sua disciplina e consentirti di fare una bella figura in sede d’esame alzando la tua votazione. Non è da trascurare il fatto che il Prof. abbia un proprio sito internet oppure un blog in cui scrive articoli, riflessioni sulla materia che insegna anche alla luce delle importanti innovazioni normative che hanno caratterizzato gli ultimi anni.

Ti sembra eccessivo tutto questo? Troppo difficile da seguire?

“NON HAI BISOGNO DI VEDERE L’INTERA SCALINATA. INIZIA SEMPLICEMENTE A SALIRE IL PRIMO GRADINO” 

M.L.KING

L’organizzazione dello studio universitario come avrai capito ha numerosi vantaggi, occorre però che sia unita anche ad una dose considerevole di costanza oltre che ad una forte motivazione che ti consente di superare le criticità che caratterizzano lo studio universitario. 

Per avere successo nello studio universitario devi conoscerle e affrontarle senza se e senza ma, cioè senza lasciarti sconfiggere da esse. 

Tali criticità possono essere dovute ad una componente che proviene da te ( e tu hai gli strumenti ora per fronteggiarle) e ad una componente che deriva dal sistema universitario nel suo complesso (che devi imparare a conoscere velocemente per poterle affrontare).

“QUANTO IMPIETOSA SIA LA VITA, IO SONO IL PADRONE DEL MIO DESTINO: IO SONO IL CAPITANO DELLA MIA ANIMA”

W.E.HENLEY da INVICTUS